Macchina Ossitaglio

Macchina ossitaglio, di cosa si tratta?

Una macchina ad ossitaglio presenta un banco sul quale caricare le lamiere in lavorazione. Sopra ad esso corre un portale sul quale è montata una testa per l’ossitaglio.

Il taglio lamiere ossitaglio è eseguito sfruttando la presenza di carbonio nel materiale e la sua reazione a contatto con l’ossigeno ad elevate temperature.

Tramite la movimentazione degli assi x, y e z la testa di taglio è spostata con precisione lungo le opportune traiettorie così da ottenere il taglio desiderato.

È disponibile anche in versione bevel, che  consente di eseguire dei tagli inclinati evitando successive fasi di lavorazione.

È possibile montare più di un cannello ossitaglio sul portale delle macchine così da incrementarne la produttività

Ottieni un preventivo rapido. E’ gratis.

macchina-ossitaglio-2

Impianto ossitaglio, a cosa serve?

L’ossitaglio è utilizzato in ambito industriale per il taglio di componenti metallici pronti per successive fasi di lavorazione.

Le sue potenzialità gli permettono di eseguire tagli su vari spessori di materiale in accordo con le potenze dell’impianto e le pressioni dei gas.

La tecnologia di taglio al plasma permette di eseguire operazioni di taglio manuale, taglio automatico, taglio 2D e 3D.

Per spessori superiori ai 50 mm risulta essere più efficiente del taglio al plasma

Il funzionamento della macchina ossitaglio lamiere

In una prima fase il metallo è riscaldato da una fiamma in genere acetilenica. Arrivati alla giusta temperatura si prosegue con la seconda fase, quella del taglio.

Nella seconda fase un getto d’ossigeno ad alta pressione penetra il materiale eseguendo il taglio e facendo fuoriuscire il metallo fuso dalla zona taglita.

Il taglio è reso possibile grazie all’azione ossidante esotermica dell’ossigeno che a contatto con del metallo, presenta il giusto tenore di carbonio.

Tale azione sprigiona più calore e combinando tale effetto con l’alta pressione dell’ossigeno, si sfonda il materiale.

Sfondato il materiale lungo tutto il suo spessore, si procede col taglio vero e proprio seguendo i profili desiderati.

Macchina ad ossitaglio usata o nuova? Ecco cosa conviene

Il mercato dell’usato ossitaglio è molto grande e diffuso. L’investimento sia per il nuovo che per l’usato è relativo rispetto ad altre soluzioni del nostro portafogli.

Con un impianto ossitaglio si possono semplicemente fare strisce, o anche operazioni complesse con spessori importanti.

La lavorazione ossitaglio è lenta quindi molto spesso l’operatore non la segue visivamente: durante la fase di taglio svolge altre operazioni di officina.

Tuttavia, il margine di errore è molto ridotto: sbagliare un pezzo in ossitaglio può equivalere a una perdita di migliaia di euro.

Il cliente conosce il valore di questa lavorazione e la sua centralità nella sua linea produttiva.

I vantaggi di una macchina ad ossitaglio rispetto ad altri sistemi di taglio


L’ossitaglio è una scelta obbligatoria se si vuole tagliare metallo con spessore elevato, dove non sempre il plasma non risulta essere vantaggioso.

Per spessori inferiori non è conveniente rispetto ad un taglio al plasma. Ma se si vuole una macchina flessibile in grado di tagliare lamiere più alte, l’ossitaglio è la scelta migliore.

Nonostante ciò, la tecnologia permette di tagliare solamente  materiali contenenti carbonio. Tra di essi i più conosciuti sono i classici acciai da costruzione.

I suoi vantaggi si possono così sintetizzare in:

Capacità

Unica tecnologia in grado di tagliare spessori importanti

Convenienza

L’attrezzatura rispetto ad altri processi di taglio termico, è più economica e prepara i prodotti per le successive fasi di saldatura. L’azione ossidante dell’ossigeno, a volte, può richiedere una lavorazione della superficie tagliata

Versatilità

Sono disponibili sia cannelli per il taglio manuale che per il taglio automatico per mezzo di un pantografo

Resistenza all’usura

Non sono presenti utensili soggetti ad usura visto che il taglio avviene senza contatto. È sufficiente sostituire in modo semplice ed in pochi secondi i consumabili

Gli ambiti di applicazione della macchina ossitaglio

Molto diffuse sono le torce per il taglio manuale con cui smantellare prodotti in acciaio pesante per poi riciclarne il materiale.

Per tale ragione, la tecnologia trova ampio impiego nella demolizione ed il riciclaggio di componenti in acciaio pesanti in ambito civile, edile, navale e meccanico.

Applicando il cannello ossitaglio ad una macchina a controllo numerico, si ottiene un processo completamente automatizzabile.

Tramite l’ossitaglio è possibile tagliare metalli che contengono una percentuale dello 0.12 allo 0.25 di carbonio.

Tra di essi, i più conosciuti ed utilizzati sono l’acciaio da costruzione generale e l’acciaio dolce, acciaio al molibdeno o al cromo molibdeno, acciaio corten e creusabro resistente all’abrasione.

Comprare ossitaglio online è possibile?

Comprare online un macchinario di questa tipologia è solitamente sconsigliato.

Macchina ossitaglio: prezzi e convenienza

Un impianto taglio ossitaglio di alto livello si assesta tra i 100.000 e 200.000€.

Per un’azienda manifatturiera è un investimento al netto degli incentivi che si ammortizza in circa 2 anni.

L’impianto ossitaglio offerto da Promotec è particolarmente indicato per una produzione che sfrutti appieno le ore di lavorazione che si possono eseguire con l’impianto ossitaglio.

Cosa può fare per voi Promotec per ossitaglio lamiere

Un impianto ossitaglio lavora su carichi pesanti e richiede una meccanica e assistenza tecnica all’altezza di questo utilizzo. Sono pertanto due elementi determinanti per la decisione di questo investimento.

L’analisi dei carichi termici e meccanici unita alla personalizzazione in base alla logistica del cliente, è sempre stata al centro del progetto Promotec . Per esempio, il carico della lamiera tramite muletto o carro ponte necessita un sistema di guide a terra differente, in cui Promotec può mostrare la sua esperienza proponendo diverse soluzioni

La tecnologia si concentra sulla parte di controllo in fase di sfondamento, nell’accensione del cannello e il sensore capacitivo.

Durante la fase di sfondamento il materiale fuso fuoriesce e deve essere gestito in diverse fasi per far si che non rovini la torcia . L’accensione del cannello è oggi interna quindi più sicura e gestita sempre da CN.

Le nostre macchine


KOMPACT EVO

Ottieni un preventivo rapido. E’ gratis.